Museo Agusta | Le Moto MV Agusta
15282
page,page-id-15282,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive
 

Le moto MV Agusta

Con la fine del secondo conflitto mondiale Agusta viene a trovarsi in una fase di stallo a causa del divieto posto dagli alleati alla prosecuzione della produzione aeronautica. Approfittando del boom del settore motociclistico e della superiorità delle proprie conoscenze nel settore meccanico, Domenico Agusta, ormai da solo a capo dell’azienda, decide di fondare una società per la produzione e la commercializzazione di motoveicoli. Nasce così, il 12 febbraio 1945, la Meccanica Verghera che produrrà oltre trenta modelli, in varie versioni, di grandissimo successo.

 

Ma è al Reparto Corse che MV Agusta deve la propria fama e notorietà. Costituito alla fine degli anni Quaranta, il Reparto Corse dal 1952 al 1976 riuscirà a portare i propri piloti sul gradino più alto del podio per ben tremila volte. In venticinque anni i Gran Premi Mondiali vinti saranno 270, grazie a piloti del calibro di Leslie Graham, Carlo Ubbiali, Gary Hocking, Phil Read, Jhon Surtees, Tarquinio Provini, Mike Hailwood, Cecil Sanford  e dell’inarrivabile Giacomo Agostini. Nonostante i grandi successi, con l’affermarsi dell’Azienda in campo elicotteristico e la concomitante profonda crisi del settore motociclistico, nella stagione 1977 l’attività agonistica viene sospesa e cinque anni dopo, nel 1982, l’attività motociclistica della MV Agusta cesserà per sempre.