Museo Agusta | La Villa Agusta
16311
page,page-id-16311,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive
 

La villa Agusta

Dall’8 Gennaio 2017 la Villa è aperta al pubblico e visitabile previo pagamento del biglietto d’ingresso al Museo tutte le domeniche con i seguenti orari 9.30 – 12.30 / 14.00 – 18.00

 

Nelle sale della Villa Agusta trovano spazio materiali fotografici, scritti, disegni tecnici e progetti che testimoniano le attività sviluppate negli hangar di Cascina Costa e Verghera dagli anni Quaranta a oggi. Sulle pareti del primo piano sono esposte fotografie dell’epoca della famiglia Agusta e quadri dal tema aeronautico e paesaggistico locale. Qui è situato un locale pronto ad ospitare lavori d’archivio mentre, nel corridoio che si snoda dall’ingresso verso il retro della casa, è disposta una teca con alcune delle onorificenze ottenute dal Conte Agusta nel corso della sua vita. Molti riconoscimenti all’opera e al lavoro di un industriale così importante per il territorio della “provincia con le ali”.

 

La Biblioteca ospita moltissimi testi dal tema aeronautico che coprono un lungo periodo storico. Sono inoltre conservate riviste aeronautiche provenienti dall’Italia e da molti altri paesi come la Francia, la Svizzera, la Germania, la Russia e perfino il Giappone che raccontano una storia lunga quasi un secolo. Sono inoltre conservate intere raccolte del “Corriere della sera” degli anni ‘40.

 

Nella vecchia cucina Ha trovato spazio il vero e proprio archivio, dove da alcuni anni stanno confluendo tutti i materiali reperiti dalla Fondazione Museo Agusta, debitamente inventariati e catalogati, un patrimonio storico e culturale a disposizione di ricercatori, studenti e storici.

 

Al piano superiore si trova la sala cimeli del Conte Agusta, l’archivio fotografico, la collezione di diapositive e la cineteca che raccoglie molte pellicole e videotape realizzati a partire dagli anni Sessanta. In Villa è ancora presente il proiettore originale da 35 mm che campeggiava nella sala cinema, situata al piano interrato, dove ad oggi sono raccolti oltre 20.000 disegni di velivoli, dagli elicotteri agli aerei che hanno reso Varese la provincia con le ali conosciuta in tutto il mondo.